Aztec Jaguar Warrior

BET-29

Scala:200 mm

Descrizione:
I Guerrieri Giaguaro Aztechi erano un ordine di guerrieri. Secondo le credenze azteche, i Guerrieri Giaguaro rappresentavano il dio azteco Tezcatlipoca che era il dio del cielo notturno. Sul campo di battaglia, si pensava anche che il loro costume da giaguaro desse loro i poteri dell’animale.

Storia:
Poiché erano considerati i guerrieri più coraggiosi, furono schierati sul fronte della battaglia durante le campagne militari. Il loro scopo principale non era quello di uccidere i soldati nemici, ma di catturarli per essere usati in sacrifici umani durante le cerimonie religiose. L'addestramento militare di base faceva parte dell'educazione per tutti i maschi aztechi. I bambini della gente comune erano educati nelle scuole chiamate Telpochcalli mentre i bambini della nobiltà erano educati a Calmecac, scuole riservate esclusivamente a loro. Mentre l'enfasi principale dell'educazione dei popolani era il loro addestramento militare, i bambini della nobiltà ricevevano istruzione in una varietà di discipline come affari del governo, religione e storia. Dopo l'educazione dei primi anni, i giovani hanno seguito un addestramento più rigoroso per diventare guerrieri giaguaro. Questi tirocinanti spesso accompagnavano i loro istruttori, guerrieri esperti, sul campo di battaglia, dove trasportavano rifornimenti militari, cibo, legna e altre provviste. Rigida disciplina era mantenuta durante l'addestramento e chiunque avesse violato la disciplina era severamente punito. In casi più gravi, come il consumo di pulque che era severamente vietato, potevano persino essere picchiati a morte. Sul campo di battaglia, i Guerrieri Giaguaro erano i capi dell'esercito insieme ai Guerrieri Aquila. Comandavano gli eserciti e definivano le strategie militari. Anche al di fuori del campo di battaglia, dovevano essere i leader ed erano considerati membri della società molto rispettati. Il loro rango era pari alla nobiltà azteca e spesso erano loro concessi terreni dagli imperatori. Queste terre divennero la loro proprietà privata e le loro successive generazioni potevano ereditarla. Un altro privilegio era la partecipazione ai sacrifici gladiatori. Le armi comuni includevano lance, atlatl e macuahuitl. L’Atlatl era la versione azteca dell'arco e della freccia. Fu progettato in modo che una freccia potesse essere lanciata con più potenza rispetto a un arco ordinario. Il Macuahuitl era una spada di legno costellata di ossidiana ed era una delle armi più preziose dei guerrieri aztechi d'élite. Un'altra arma importante era il Cuauhololli, una mazza di quercia dura con un manico fatto per lanciarla contro bersagli in corsa. Indossavano pelli di giaguaro insieme a un elmo o un sudario che assomigliava alla testa di un giaguaro. Dietro questo costume c'era il simbolismo religioso e culturale degli Aztechi. Gli aztechi credevano che indossare la pelle di un giaguaro avrebbe dato loro la forza di quell'animale. C'era anche una ragione religiosa dietro la cattura dei soldati nemici invece di ucciderli sul campo di battaglia. Si pensava che catturare i soldati nemici per il sacrificio umano fosse un modo molto più grande di onorare gli dei. Un guerriero che uccideva i soldati nemici invece di catturarli era considerato privo di abilità. Il sacrificio gladiatorio era un grande evento cui parteciparono i guerrieri d'elite aztechi come gli Aquila e i Giaguaro. In questa cerimonia sfilavano i prigionieri per le strade e portati sulla pietra sacrificale. I guerrieri avrebbero quindi legato il prigioniero e ucciso. Solo questi guerrieri partecipavano a questa cerimonia, diverse dalle solite cerimonie religiose Azteche. Tuttavia, se i prigionieri fossero sopravvissuti alla cerimonia, sarebbero stati uccisi dai sacerdoti il giorno seguente.

Materiale:
Resin

Pittore:
Danilo Cartacci

Scultore:
Lucas Bezerra

Numero Pezzi 0 - Peso 110 gr. - Prezzo 45 €


Gli Artisti che l'hanno dipinta


 
Warning: require(Admin/phpstat/php-stats.recphp.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.meridianaitalia.com/home/Admin/phpstat/php-stats.redir.php on line 14 Warning: require(Admin/phpstat/php-stats.recphp.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.meridianaitalia.com/home/Admin/phpstat/php-stats.redir.php on line 14 Fatal error: require(): Failed opening required 'Admin/phpstat/php-stats.recphp.php' (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.meridianaitalia.com/home/Admin/phpstat/php-stats.redir.php on line 14